venerdì 21 novembre 2008

Una poltrona per due


Rai, di tutto di più. Ci avevano avvertito. Un abbonato ha sempre un posto in prima fila. Non solo lui, a quanto pare.

Nel pieno di una crisi economica epocale, i nostri politici da operetta non trovano di meglio che scannarsi sulla Presidenza della Commissione di Vigilanza Rai. Dimostrando una volta di più il rapporto malato che esiste in questo Paese tra politica e televisione. Aspettiamo al varco quelli che ancora hanno la faccia di tolla di sostenere che la tv non influenza l’opinione pubblica. Ma allora perchè si stanno scuoiando vivi da sei mesi?

Siamo venuti in possesso del nuovo palinsesto Rai, che tiene conto delle tragicomiche vicende di Palazzo San Macuto.

Ore 8,00 – Una poltrona per due
Ore 10,00 – Dimissione impossibile
Ore 12,00 – Linea verde
In diretta da Castrovillari
Ore 14,00 – C’è posto per te
Ore 16,00 - …E non se ne vogliono andare
Replica
Ore 18,00 – Chi l’ha visto?
In questa puntata si indaga sulla scomparsa del PD
Ore 20,00 – Riport
Dedicato alla capigliatura di Villari (che ricorda quella di Mastella)
Ore 22,00 – Non si uccidono così anche i cavalli
Dedicato al cavallo di Viale Mazzini
Ore 24,00 – Orlando furioso
Poema (poco) cavalleresco

L’austero segnale orario Rai verrà sostituito da un più allegro “cucù”.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao mio caro Giulio,
ti ho appena (ri) letto anche stamane, e ti ringrazio della risposta di pagina indelebile nella mia memoria(filidimemoria@libero.it) che mi hai lasciato ieri..GRAZIE!!!!
sai Giulio,ogni tanto in quel blog ma anche quello di tinti( gli unici due blog dei vari che leggevo e leggo, su cui poi ho deciso di regalare le "mie" cazzate) ho lasciato vari video messi su youtube del caro pierpaolo..anche stamattina a proposito dell' "assist" sentito da cazzola,l'ho ricitato ma per altro argomento..
è già stato tutto scritto, ma nessuno che ha avuto in mano le sorti tragiche del paese, ne ha avuto responsabilità,dovere per il vuoto pro_dotto

tu stamattina hai scritto un calendario quotidiano odiosamente furiosamente vero, e lo fai con uno stile e una sostanza che si abbinano completamente alle piu belle pagine "corsare"

lo so' che non ci si può consolare così, ma ti vivo cosi,con una profonda struggenza nel piacere di leggerti

spero che tanti esseri che hanno disegnato sparpagliati come te , me tanti altri, mai bruciati dai loro fornetti e nei loro fornetti, consegnino quella goccia di speranza splendore perch' vi sia un altro futuro,rispetto q eullo tramato in calendari neri , densi di inciviltà spacciata per storia,democrazia,dignità dell'essere umano

ti amndo un caro saluto in attesa di rileggerti e un soffio di energie creative cosi belle di te
lupo

Anonimo ha detto...

Ciao, volevo farti i complimenti per il tuo blog, ci sono arrivato per caso e l'ho trovato molto interessante. Cerchiamo di non farci fottere dall'ennesima legge cesura per internet, c'è la necessita di stare tutti uniti.

Giulio Lo Iacono. From 1973. ha detto...

Dobbiamo difendere i pochi spazi che ci lasciano. La libertà esiste solo quando si usa.